Giordana Piedimorsi

Dopo un passato da ballerina presso l’Accademia Nazionale di Danza di Roma, inizia ad approcciarsi al canto moderno partecipando alle edizioni 2003 e 2004 dello stage TV DANCE di Daniele Cipriani, facendo lezioni con i docenti della scuola di “Amici di Maria De Filippi”, tra cui Luca Pitteri (canto). Dal 2006 al 2009 frequenta e si diploma presso la  MUSICAL THEATRE ACADEMY  di Roma, dove vince i premi “Miglior Talento 2006/2007” e “Miglior Performer Femminile 2008”. Qui si perfeziona nelle varie arti performative e nello specifico studia canto con Andrea Orlando, tecnica vocale Voicecraft con Elisa Turlà, repertorio musical e teoria musicale. Negli stessi anni frequenta stages e masterclass con performer italiani e internazionali come Francesca Taverni e Christian Ginepro e con vari performer di musical in scena nel West End presso la scuola PINEAPPLE STUDIO di Londra. Dal 2011 al 2013 frequenta come cantante il percorso triennale FOUNDATION-PRO presso la scuola di musica SONUS FACTORY a Roma, dove studia tecnica vocale con Arianna Todero, teoria e armonia musicale, piano skills, laboratori multistilistici (rock blues, classic rock, alternative rock, contemporary music) con Bruno Marinucci, Simone Gianlorenzi, Arianna Todero e Feliciano Zacchia.

Nel 2014/2015 segue il MASTER DI FORMAZIONE PER LA DIDATTICA DEL CANTO MODERNO presso SONUS FACTORY a Roma, studiando, tra gli altri, con Raffaella Misiti, Elisa Turlà e Susanna Stivali. Nel 2017 ottiene la certificazione del metodo per il canto moderno SHEER (Shaping Human Expressiveness Equalising Resonators) di Arianna Todero. Dal 2014 è insegnante di canto moderno a Roma presso le scuole di musica Sonus Factory, Sotto i Raggi del Sol e privatamente.

Fa parte di numerose band del panorama musicale romano ed ha esperienza di palco come voce solista (Diva & The Criminals; MGM; Whatzapping; The Human Equation Project), come corista ( Impulse; The Pink Floyd Tribute; Part Time Wonder Band – Stevie Wonder Tribute Band) e come performer di musical (Rent Tribute – No Day But Today; Reefer Madness – La minaccia dell’erbaccia; The Rocky Horror Show – Glitter Company; Welcome to the ’50s – Grease Tribute; The American Dream)

Avendo iniziato dalla danza e dal musical, il mio focus sulla performance è molto forte. Il percorso didattico ha, per me, sempre lo scopo finale di salire su un palco. Oltre allo studio della tecnica, è fondamentale utilizzare la voce come mezzo di comunicazione con il pubblico. Scoprire insieme gli allievi tutti i colori della propria voce significa dar loro possibilità di scelta e libertà espressiva, senza perdere il controllo. E’ importante mettere in connessione voce e corpo, vocalità e gestione del palcoscenico, per costruire una performance fedele alla personalità unica di ogni singolo cantante, che restituisca verità e credibilità al pubblico.